Home
Home • Forum • Regolamento • Iscriviti • Cerca • FAQ • Login
Nuova Discussione Rispondi alla Discussione Ringrazia Per la Discussione Pagina 7 di 7
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Tattiche Vincenti? [Download Discussione]
Autore Messaggio

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Penso che per gestione città intendiate la decisione di quanti cittadini lavorano i terreni attorno la città (e quali) e invece quanti facciano gli ingegneri ecc...

Di solito io lascio decidere alla IA (che però mi sembre meno sveglia di quella che gestisce i miei rivali!), ma in casi particolari vado a modificare. Es.: se sto costruendo una meraviglia, almeno verso la fine cerco di raccogliere scudi a manetta, anche rischiando di ridurre le riserve di grano, in modo da farcela in due-tre turni di meno e fregare i miei avversari: a volte anche pochi turni sono determinanti.

Altra cosa: se ho bisogno di ingegneri per costruire le meraviglie, ne assegno un paio alle città più grosse in modo che non mi producano un artista o un profeta...




Offline Profilo Galleria Personale Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
saggio! il problema è che l'AI non si stanca, noi sì!!






Uazz! Uazz!!
Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
io gestisco le città quasi sempre manualmente




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
nei vecchi civ vi era la possibilita' di impostare una coda di produzione per tutte le citta', si puo' fare in civ4?




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Sì. Ieri ho letto nelle tips che mette al caricamento della partita che se fai una coda di produzione per una città e poi schiacci CTRL + #, la metti in memoria, e ogni volta che schiacci # te ne crea una per la nuova città.

Non l'ho ancora provato...




Offline Profilo Galleria Personale Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Io anniento 2 civ per farmi un vantaggio consistente e poi vittoria spaziale o dominazione  




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
La mia tattica?
Guerriero o scout che sia va ad esplorare.

- Ricerco lav. bronzo, caccia, arco, ferro, ruota, agricoltura, ceramica, costruzione... e arrivo presto al medioevo.
- In tanto nella capitale mi faccipo un lavoratore o 2. Passo al primo arcere poi al secondo ed a 1 colono. Mando arcere e colono assieme a fondare la mia seconda città. Intanto la capitale comincia con lo Stonehenge e poi Oracolo ( una delle 2 città ) arrivo al medioevo, ingegneria, polvere da sparo... in pratica con la tech bisogna puntare a quelle più "militari" che ti avvicinano all'Acciaio.
- Magari intanto avrò distrutto qualcuno?
- Riempio i buchi dopo l'espansione ed inizio a farmi armate di cannoni e granatiere consistenti ( in caso di attacchi ). La forte espansione paga moltissimo verso la fine del medioevo che fai tech da secoli in 3-4 turni.
- Alla fine un vassallo o un'alleanza permanente non fanno mai male.

- Poi leggo: Andrea ha ottenuto una vittoria: Corsa spaziale!       




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Ragazzi, sono più o meno un "tossico" da Civilization. Mi accingo alla mia prima da imperatore, dovrò cominciarla e ricominciarla, credo, ma posso dire di aver concluso con uno splendido 34300 e rotti un Giulio Cesare monarca con europa e l'intero continente americano sotto di me (quasi vincevo per dominazione)

Cmq il punto in questo gioco è che l'espansione costa. Cioè se tu hai una sola città la paghi un tot, se ne hai due le paghi CIASCUNA di più (lo dice la civilopedia). E' come se per ogni città pagassi una coppia di persone che curano i rapporti con ciascuna delle altre città; quindi si raggiunge il punto dell'equilibrio quando non conviene più fondare una nuova città. Esempio (ipersemplificato):

se ho una città pago 1
se ho 2 città pago 2X2=4
3 città 3 X 3 =9
e così 16, 25, 36,...

Se ogni città alla sua massima espansione mi dà 20, allora, siccome 10 città costano 100 e 11 ne costano 121 (oltre 20 in più), l'undicesima non conviene fondarla.

Tutto cambia però se hai una civiltà organizzata: qui i costi sono dimezzati e chi voglia fare una partita basata (come in civ 3) sull'espansionismo trarrà molto beneficio (e sin dall'inizio) da questa caratteristica.

Altra cosa: in civ 3 era evidente che tutto ciò che accade all'inizio è importantissimo, perché vale e si rimoltiplica per sempre: se sotto una casetta scoprivo al primo turno un colono era come partire dal primo turno con 2 città anziché una, cioè era come riuscire a fare ciò che 2 civiltà fanno.

Beh, abbiamo visto che non è così, per quanto riguarda il commercio (e quindi la ricerca) , ma lo è, ad esempio, per quanto riguarda la produzione, che resta invece direttamente proporzionale all'espansione.

Fare tante città è importante quindi per la produzione e non è controproducente per il commercio purché sia in linea con uno sviluppo parallelo della scienza e sopratutto della crescità e dei miglioramenti dei lavoratori. Potremmo chiederci: è meglio una città da 2 o due da 1? E' meglio fare un lavoratore prima di un colono o viceversa? E prima di fare entrambi, non è meglio far crescere la città?

Una cosa è certa: fare lavoratori e coloni è conveniente appena una città è cresciuta (i "decimi di cittadino" non lavorano), ma anche lasciare una biblioteca a metà non fa funzionare la "mezza biblioteca". Per cui consiglio anche di calcolare che tutto si incastri con i turni, tra crescita e produzione.

Una certezza: le risorse
Un consiglio: i lavoratori

False certezze, retaggi di civ 3: l'espansione, le meraviglie in genere

Caratteristiche delle civiltà:

Industrioso: ottima, ma spesso per collezionare meraviglie non si fanno cose molto più importanti

Spirituale: uhm...prima lo sopravvalutavo, a livelli alti sai che potrai permetterti cmq una sola religione e non ci sono moltissimi cambiamenti di forme di giverno da fare nel corso di una partita

Organizzato: Molto buono

Economista: Molto buono, se sin dall'inizio hai caselle con 2 punti commercio

Espansionista: inizia a servire quando i giochi sono fatti

Aggressivo: serve all'inizio, ma poi si rivela improduttivo

Creativo: la cultura aiuta più il punteggio, che il progresso generico, produce per un po' punteggio "gonfiato" che cela una condizione peggiore: cercate invece di fondare città dove non serve espansioen immediata dei confini

Filosofico: inizia a servire un po' troppo tardi, anche se allora può dare risultati micidiali

Le unità speciali:

dipende da quando vuoi sferrare attacchi

se vuoi levarti di torno qualcuno subito subito, solo per distruggerlo e assicurarti il suo spazio, combattenti o quechua (con promozioni) possono rivelarsi utili.
Personalmente preferisco il pretoriano che arriva a creare una sproporzione in un momento del gioco in cui le città non sono distrutte ma conquistate (sempre a patto di avere lavoratori pronti che non le rendano città parassitarie) oppure bloccare geograficamente un'espansione di qualcuno per molto tempo e distruggerlo solo in seguito

Guardatevi le mappe!
Alla prossima




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
sono d'accordo in toto con il tropicaleza zizi

personalmente, mi trovo comodo a far crescere la prima città fino a 3 prima di buttarmi sul lavoratore/colono. e poi scegliere le città con cura paga. soprattutto se i 300 martelli del colono non ce li hai messi tu ma il montezuma di turno  




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Sto provando con Gandhi, inizio stonehenge e misticismo, poi o lavorazione del bronzo o varie tra agricoltura allevamento ruota....

velocita': veloce, mappa normale livello divinita'

non c'e' verso, fondo buddismo e faccio stonhenge, a volte buddismo si diffonde anche a 3/4 civilta', i barbari non sono un problema ma accumulo troppo distacco, forse partendo dall'inizio con una vittoria culturale.....

Per me l'inizio migliore resta sempre lavorazione del bronzo e lavoratore, choppare foreste per 1 o due settler successivi e un altro lavoratore. L'unico modo in cui sono riuscito a vincere liv divinita'




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
veramente dubito sull'affermazione dell'importanza del pretoriano: io che uso sempre G. cesare, mi sto accorgendo che basta un axemen con specialità "pugno" per bastonare il povero pretoriano ...  






Uazz! Uazz!!
Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Mhh, io prendo sempre Roosevelt, super organizzato e industriosissimo!
Per me è il miglior leader per l'europa. Penso anche che un espansionismo seguito da lavoratori e qualche wonder è giusto + che altro bisogna subito bloccare l'espansione avversaria. In fatti, in mappa Europa, quando parto dal nord della Francia, mi prendo tutto il Reno, Nord Italia, Nord-Est Spagna, e di solito uccido lo spagnolo malcapitato      

Livello Imperatore? Caxxate ;D
Meglio farci vedere la tua bravura al nobile, senza imbrogli  




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
Tropicaleza, chi sei per dare dei "voti" alle caratteristiche dei leader?  
Ognuno ha la sua dote speciale! Ovvio, per me che sono un espansionista e wonderista (pochino   ) mi serve il roosevelt anche se caterina è na figata  




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
x Sticks. Ahimé, non sono nessuno x dare voti. I "voti" non intendono essere un giudizio insindacabile bensì un mio parere in base alla mia esperienza che scambio volentieri con le vostre ;-W
Se ci fai caso tra l'altro in base ai miei voti il tuo Roosevelt è il migliore.

Ho fatto 34300 e rotti livello monarca con Giulio Cesare mappa mondo normale ricominciando diverse volte. Non vedo perché dovrei dirti una cazzata. Non ve l'ho raccontata per fare lo sborone, anche se un minimo di entusiasmo, visto che avevo appena finito, è trapelato, ma se vuoi per dire che in quel caso la strategia pretoriano ha funzionato. Sì, è vero che tra i guerrieri con ascia il plus valore del pretoriano non è più quello, ma una partita rivolta all'uso del pretoriano sottintende anche un sacrificio per ricercare la lavorazione del ferro prima degli altri, cosa che è avvenuta nella partita in questione, dandomi una situazione di pretoriano vs arcieri di tedeschi e greci, civiltà che ho distrutto conquistando le città

Cmq imperatore finora si sta rivelando tosta.

A presto, cari civilizomani




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: Tattiche Vincenti? 
 
...poi ai pretoriani si può sempre affiancare qualche axeman nella truppa (magari con qualche promozione), in modo da bilanciarsi nella difesa e nell'attacco.




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Mostra prima i Messaggi di:
Nuova Discussione Rispondi alla Discussione Ringrazia Per la Discussione  Pagina 7 di 7
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno