Home
Home • Forum • Regolamento • Iscriviti • Cerca • FAQ • Login
Nuova Discussione Rispondi alla Discussione Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' [Download Discussione]
Autore Messaggio

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
ciao a tutti, inizio complimentandomi per il sito ed il forum.

Sono un giocatore esperto del vecchio civ 2, questo capitolo l'avevo inizialemnte snobbato ma mi sono dovuto ricredre da quando circa 2 settimane fa l'ho ripreso in mano cosi per caso. E' un gioco di una profondità e complessità unica e senza pari.

DEtto questo vengo al dunque:

io ero abituato o almeno credevo che + città dessere tuta una serie di vantaggi, infatti con i coloni fondo città a piccola distanza tra loro.

Mi sono accorto che però qui in civ 4 questo è contrproducente, ossia le citta devono avere tqantissimo spazi se si vuole sperare un giorno di farle diventare metropoli e farle espandere. Mi sembra ribaltato il concetto rispetto ai vecchi civ.

Ma quel che mi domando è : fino a che punto ci si deve spingere in questa riduzione delle città??

Per andare nel pratico: provate a giocare la mappa Earth (terra reale) a 18 civiltà. Ebbene arrivato circa all'anno 1400 io ho visto che il PC (livello principe) estremizza tantissimo queto concetto. IN TUTTA LA SPAGNA C'è SOLO MADRID AL CENTRO!

stessa cosa per PARIGI che oggupa praticamente da sola tutta la metà nord della francia.

Io nella isole inglese ho ben 4 città + 2 in irlanda, ed infatti el mie città non si sviluppano oltre i 10 abitanti.

voi che ne pensate?

quante città costruiresta in spagna? e nell'isola inglese?




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
certo che sei partito forte ... liv. principe!
cmq, io sono per poche città ma non così poche! almeno una decina non molto lontane fra loro! non meno, meglio +! devi occupare risorse (le migliori vengono dopo!) e poi come fai il palazzo proibito? come fai a produrre soldaTI?
poia crescere tanto   c'è il pericolo di mancanza di risorse quindi le città MAI devono crescere troppo! faccetta   e   ... quindi, moderazione!






Uazz! Uazz!!
Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
ciao grazie delle risposte, chissa perchè il pc si comprota diversamente.. cmq farò le mie prove.

il livello principe per adeso ancora non l'ho vinto.... sono quasi 7 giornic eh sto facndo questa megapartita a 18 civiltà lunghezza MARATONA!!!, per adesso sono 4°.. vi farò sapere se riescoa  risalire la china.

spero in futuro di poter giocare online con voi




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
io sto facendo a liv. nobile il mod After War con solo vittoria per dominazione e conquista, continenti col mio fido G. Cesare! il bello è che NON FINISCE la partita finchè uno non conquista tutto!
mazzate daorbi ...
avvertenza: se entri nella città e conti le faccette   e   , ti accorgerai che ce ne sono acune per il livello! io non sono certo che l'AI riservi per sè le stesse "attenzioni" che riserva a noi mortali!






Uazz! Uazz!!
Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
Se sei 4' puoi ancora vincere.
Il problema non e' tante citta' o poche citta', ma avere buone citta'. Ovvero bisogna costruirle se servono.
Ma soprattutto bisogna bilanciare la cosa, costruire citta' se non si sconquassa l'economia.
La barra della scienza per capirci non dovrebbe mai andare sotto il 60%, salvo tattiche particolari.
Un buon consiglio per livelli alti (anche principe) puo' essere costruire 3 citta' per era, poi vi sono casi particolari tipo le citta' per tagliare spazi agli avversari o accedere a risorse fondamentali tipo rame ferro ecc...




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
Più città uguale più produzione
Ma più città uguale meno commercio, a meno che la città non sia o diventi senza pesare troppi turni più produttiva di quello che costa. Ma confrontare tempo, turni per produrre il colono rubati a eventuale altra produzione e turni di parassitaggine sul commercio, con i benefici produttivi e quelli commerciali futuri, è molto, molto difficile. E' nel confronto tra queste grandezze così eterogenee, sulla saggia valutazione dell'urgente immediato in certi contesti, che sta l'abilità in civ4. In ogni caso una cosa è vera (e spietata): se c'è una cosa da prendere, prendila subito. Se è da pagare, pagala dopo o a rate. Lascia il numero minore possibile di cose a metà, produzioni a metà, scoperte a metà. "Investimento a lungo termine" è un'espressione che puzza sempre di autofregatura in civ4. In base a questo è difficile, ad esempio, valutare l'importanza delle meraviglie. Secondo me costruire una meraviglia per una civiltà  non industriosa non è conveniente quasi mai. Qui bisogna contare: davanti a un interrogativo tipo: faccio prima meditazione (4 turni) -monastero (6 turni) o scrittura (8 turni)-biblioteca (10 turni) in questa città? la risposta è: se le facessi tutte e due in 2 sequenze, supponiamo che la scienza nella città sia 60 e che facciamo medit-monast e poi scritt-bibl: avrei per 12 turni 6 punti scienza in più e dopo 22 turni 22,5 in più, nell'ordine contrario avrei per 6 turni 15 punti scienza in più e dopo 24, 22,5; calcolo 72+45 (in più) vs 90. Conviene la prima, se non fosse che con la seconda puoi fare i monasteri nelle altre città già da prima. Ma finché c'è qualcosa di utile da costruire il confronto è quello. Insomma, contare!!! E così col costo-beneficio (di tutti i tipi) della città

(ps il numero dei turni l'ho inventato)




Offline Profilo Invia Messaggio Privato

Rispondi Citando Download Messaggio
Messaggio Re: POCHE CITTà VS MOLTE CITTA' 
 
Avere tante città, alla lunga paga, sopprattutto se si tratta di città conquistate, che partono più ricche di quelle che costruisci tu.
Un esempio, mappa earth 18 civs, roma, invado l'intera europa russia compresa, nel 1100 d.c. ho i granatieri, mi lanciao alla conquista dell'africa e della Persia, con successo. Che ne dici?  




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Mostra prima i Messaggi di:
Nuova Discussione Rispondi alla Discussione Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno